single-image

A Roma contesto d’epoca, stile contemporaneo

Nel cuore di Roma, con sapienti tocchi progettuali la casa cambia volto, ma non identità.

Con sapienti tocchi progettuali si riesce a far convivere stile contemporaneo e contesto d’epoca, senza stravolgerne l’essenza: la nuova casa cambia volto, ma mantiene l’impronta originaria. La casa è stata sì ripensata nel suo complesso, ma nel rispetto di alcune caratteristiche e di alcuni vincoli, quali il muro di spina centrale – che attraversa la superficie in senso longitudinale e la divide in due metà – che, essendo portante, ha limitato la realizzazione, per esempio, di nuove e più ampie aperture.
Nel complesso l’idea principale del progetto è stata quella di mantenere una distribuzione tradizionale: zone giorno e notte ben divise, disimpegnate dal filtro dell’atrio, con una cucina abitabile completata da un’area dedicata al verde con piante rampicanti realizzata nel piccolo terrazzino. La zona notte si affaccia su un lungo corridoio, elemento tipico delle case d’epoca. La camera padronale, che si apre sul corridoio, ha un affaccio sulla via principale. Nella stanza è stata ritagliata una cabina armadio che occupa circa un terzo della superficie totale. Raggruppando nel guardaroba tutti gli elementi di servizio, l’ambiente ha potuto essere arredato in modo essenziale, con un letto tessile a fare da protagonista.

Greenbuilding magazine, arch. Sammarro, Roma

Anche il pavimento gioca volutamente da primo attore del contesto: realizzato in listoncini in legno, verniciato in nero e montato a spina italiana, abbraccia ogni spazio dando calore al volume, eleganza e raffinatezza allo stesso tempo.

Ph. © Nico Marziali

Greenbuilding magazine, arch. Sammarro, Roma

Appartamento privato, Roma (RM)
Studio di progettazione: Sammarro architecture studio, Firenze (FI) – arch. Luigi Sammarro. Superfici Warm Collection: i pavimenti sono in Legno+Color Small WR10 proposto nella raffinata geometria di posa a spina italiana; nei bagni i rivestimenti sono in Cementoresina Wall.

You may like