single-image

Ad Anghiari la “Casa vecchia” fra storia e modernità

Materiali recuperati e soluzioni domotiche innovative convivono in questo progetto di restauro nel cuore della Valtiberina toscana.

Ci troviamo nel cuore della Valtiberina toscana, nei pressi del bellissimo paese di Anghiari, in uno scenario ricco di boschi e natura. Qui in una piccola frazione troviamo la “Casa vecchia”, chiamata così da sempre: un rustico, proprietà di famiglia, recuperata per diventare la nuova abitazione di una giovane coppia.

L’intervento è stato sviluppato dal team di progettazione Ark Project Camaiti & Cangi di Sansepolcro che vanta una lunga esperienza nel campo della progettazione e del restauro, dove con un organico che comprende architetti, ingegneri e project manager, riesce a soddisfare le diverse esigenze che ogni progetto presenta.

Le scelte progettuali sono dettate dalle emozioni del luogo e le richieste del committente. È stato previsto un restauro con consolidamento delle cortine murarie e degli orizzontamenti, ripristinando le condizioni originali, tramite l’utilizzo di materiali consoni che si rifanno alle tradizioni di queste terre. Il progetto di restauro ha previsto sia la sanificazione degli ambienti a contatto con il terreno sia il rifacimento dei solai in legno realizzati tutti con materiale di recupero. La muratura esterna a faccia vista è stata consolidata e stuccata adoperando tecniche artigianali che ne garantissero risultati estetici e funzionali valorizzando la tradizione toscana.

 

Un’attenzione particolare va posta ai materiali di recupero, utilizzati per i pavimenti, solai e architravi, che non è solo un desiderio stilistico ma la volontà di ritrovare la vera identità del luogo. A tali materiali che conservano la memoria del luogo si sono affiancati materiali moderni e in grado di soddisfare la volontà di personalizzazione e freschezza di cui l’immobile aveva bisogno. È stata utilizzata la resina Kerakoll nel pavimento del soggiorno e per lo più nei bagni al fine di poter realizzare ad esempio un intero piatto doccia completamente fatto su misura oppure per rivestire le pareti così da evitare l’inserimento di materiali che non garantissero una cromia e un design costante.

Molta attenzione è stata posta anche alle nuove tecnologie impiantistiche, infatti è stata istallata una caldaia a pellet in grado di soddisfare il fabbisogno dell’intero immobile, gestito attraverso un impianto elettrico domotico. Per quanto concerne gli arredamenti interni, è stata svolta una notevole ricerca in maniera tale da riuscire a combinare perfettamente lo stile rustico dell’immobile con la modernità dei pezzi di arredamento, senza creare uno stacco troppo evidente. Oltre agli arredi tutti scelti accuratamente con interior design, molta attenzione è stata posta al sistema di illuminazione inserendo apparecchi luminosi in solai con travi e pianelle, senza che diventassero un elemento di rottura, ma affiancandoli a lampade di designer famosi che invece si esaltano nel punto dove sono inseriti. I colori e le cromie sono molto neutri così che sono esaltati al massimo tutti i materiali inseriti nel restauro e regalano all’ambiente un’armonia perfetta tra passato e presente.

Ph. © Riccardo Mendicino

Abitazione privata, Anghiari (AR)
Studio di progettazione: Ark Project Camaiti&Cangi, Sansepolcro (AR). Superfici Warm Collection di Kerakoll: i pavimenti della sala e dei bagni sono in Cementoresina, una materia innovativa sviluppata nei laboratori Kerakoll GreenLab, dalla quale si ottiene una superficie che non trova confronti in termini di durabilità con altri pavimenti continui a basso spessore.

You may like