single-image

Architettura a Milano, concorso fotografico #muziomilano su Instagram


100 anni fa Giovanni Muzio si laureava in Architettura Civile al Politecnico di Milano. Per celebrare questo anniversario e la futura mostra Ca’Brütta 1921, Giovanni Muzio Opera prima è stato lanciato #muziomilano, un contest fotografico che invita a scoprire, fotografare e condividere le architetture che ripercorrono l’avventura professionale di Giovanni Muzio e la storia del Novecento a ‎Milano.

Il contest è promosso da Archivio Muzio e Politecnico di Milano –Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni, in collaborazione con Alumni Polimi, l’Ordine degli architetti P.P.C. della Provincia di Milano, la Fondazione dell’Ordine degli architetti P.P.C della Provincia di Milano e la rivista Casabella.

Docente per più di 30 anni al Politecnico di Milano, Giovanni Muzio è autore di oltre 50 edifici a Milano, tra cui la Ca’Brütta, il Palazzo dell’Arte (sede de La Triennale di Milano), l’Arengario (sede del Museo del Novecento), la sede dell’ Università Cattolica del Sacro Cuore.

I partecipanti a #muziomilano dovranno scattare foto a una o più opere di Giovanni Muzio presenti a Milano e condividerle su Instagram utilizzando tutti i 3 tag #muziomilano #polimi e un tag con riferimento univoco all’edificio raffigurato, ad esempio #cabrutta, #palazzodellarte, #arengario…

Le immagini devo essere inviate entro le 16.00 del 18 febbraio 2016  e saranno valutate da una giuria di esperti composta da Giovanna Calvenzi, photo-editor, docente di photo-editing e studiosa della fotografia contemporanea, Giovanni Hänninen, fotografo, docente di Fotografia per l’Architettura presso il Politecnico di Milano, Marco Introini, fotografo, docente di Fotografia dell’Architettura e Tecnica della Rappresentazione presso il Politecnico di Milano, Giovanni Tomaso Muzio, architetto, responsabile dell’Archivio Muzio, docente di Progettazione di Sistemi e Elementi Costruttivi presso il Politecnico di Milano.

I nominativi dei vincitori saranno pubblicati tramite il profilo Instagram, nei canali social media e web del Politecnico di Milano. Le foto selezionate verranno esposte nella mostra Ca’ Brütta 1921, Giovanni Muzio Opera prima che si svolgerà a Milano nella primavera 2016 insieme a immagini tratte dagli Archivi Ugo Mulas e Gabriele Basilico e scatti di fotografi contemporanei come Gianni Berengo Gardin and Luca Campigotto.

Le architetture di Giovanni Muzio a Milano
Giovanni Muzio ha realizzato oltre 50 edifici nell’arco di 50 anni sul tessuto urbano di Milano, tra cui ricordiamo sedi universitarie (UniversitàCattolica, parte dell’UniversitàBocconi), edifici istituzionali (Monumento ai Caduti, Palazzo dei Giornali, Palazzo della Provincia, l’Arengario), edifici culturali (Palazzo dell’Arte, ora Triennale di Milano), edifici religiosi (Santa Maria in Chiesa Rossa, Convento dell’Angelicum, Chiesa degli Evangelisti, Chiesa di San Giovanni alla Creta), edifici finanziari (Palazzo della Cariplo, Isolato del Credito Italiano), edifici per il tempo libero (Tennis Club Milano), edifici residenziali (Ca’Brütta, Case in Via Ampere, Casa Bonaiti e Malugani in Piazza Repubblica, Torre Turati, Casa in Piazza Sant’Erasmo, Quartiere in Via A. Doria, Quartieri SIRI in Via Pezzotti), case albergo (C.so Vittorio Emanuele), edifici residenziali e sedi per i giornalisti (Via S. Sandri e Viale Montesanto).

Palazzo dell’Arte (La Triennale di Milano). Foto credits Andrea Banzato.

Arengario. Foto credits: Ottavio Bucarelli.
Arengario. Foto credits: Ottavio Bucarelli.
Case e Torre in via Monte Nero. Foto credits: Archivio Muzio
Case e Torre in via Monte Nero. Foto credits: Archivio Muzio

You may like