single-image

Bestack porta la sostenibilità ambientale sui banchi di scuola


Concorso creativo per le scuole elementari di tutta Italia promosso da Bestack, consorzio non profit di ricerca che riunisce i produttori di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta

Sostenibili, ecologici, igienici, riciclabili e rinnovabili. E anche economici, perché permettono di conservare più a lungo la frutta e la verdura in essi contenute, come dimostra una ricerca condotta di recente dall’Università di Bologna sulla shelf life delle pesche. Sono gli imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta certificati Bestack, il packaging rinnovabile per eccellenza, perché realizzato con materie prime a loro volta rinnovabili, ovvero fibra vergine proveniente da foreste gestite in modo sostenibile, con piani di reimpianto superiori a quelli di taglio.

A loro è dedicata un’iniziativa che Bestack porta nelle scuole elementari di tutta la penisola, per sensibilizzare i ragazzi e i loro insegnanti sull’impatto ambientale del packaging e sull’importanza del riciclo post consumo, su una corretta alimentazione a base di frutta e verdura e sulla sostenibilità delle risorse rinnovabili come il cartone ondulato, materiale prezioso e amico della natura, 100% green.

Si tratta del Progetto delle buone idee, un’iniziativa ludico-didattica rivolta agli alunni delle classi quarta e quinta elementare che prevede un percorso formativo per insegnanti e ragazzi e un concorso di creatività per piccoli fumettisti in erba.
C’è ancora tempo fino a fine dicembre per comunicare la propria adesione al concorso per l’anno scolastico 2013-2014: le scuole interessate devono semplicemente registrarsi online, sulla piattaforma web del consorzio Bestack creata apposta per l’iniziativa (www.bestack.com/progettodellebuoneidee).

Le classi che partecipano sono chiamate a realizzare quattro elaborati grafici sotto forma di fumetto, illustrazione o vignetta sul tema dell’ambiente e del packaging sostenibile.

Testimonial dei progetti nelle scuole di Bestack è Martina, una simpatica bambina specializzata nel parlare di sostenibilità ambientale, e in particolare di cartone ondulato, nata dalla penna del cartoonist Ugo Bertotti.

GreenBuildingmagazine-Facce-da-cartoneAlla sostenibilità ambientale degli imballaggi in cartone ondulato è dedicata anche una campagna low budget che il consorzio ha lanciato sui social network, che fa capo all’iniziativa “Facce da cartone”, a cui ha prestato il volto anche il Ministro dell’Agricoltura Nunzia De Girolamo.

Un’iniziativa che parte dal basso, e mira a trasformarsi in campagna virale coinvolgendo sempre più numerosi web lover e invitandoli a “prestare” il proprio volto per sostenere la campagna. Tutti gli scatti di “Facce da Cartone” sono pubblicati on line sulla pagina Facebook di “Martina e il Consorzio Bestack”, portavoce sui social network degli studi e delle ricerche scientifiche in tema di sostenibilità che il Consorzio ha sviluppato in questi anni.

GreenBuildingmagazine-Facce-da-cartone-Martina

You may like