single-image

Casa Ojalá, mini casa ecosostenibile

Un viaggio nello spazio architettonico, una nuova esperienza di vita.

Ojalá (o-ha-lá, dallo spagnolo antico oxalá) è una parola che riassume in se stessa il concetto di innumerevoli possibilità, speranze relazionate al vuoto e all’assenza, intuizione, chiave di una porta non ancora aperta, un nuovo campo d’esistenza, telescopio che avvicina e allontana orizzonti, spazio di diverse possibilità, e, quindi, un desiderio trasformato in realtà.

Casa Ojalá, brevettata dall’architetto Beatrice Bonzanigo, è un prodotto sostenibile, minimo, riassunto e flessibile in cui nasce un nuovo comfort, lontano da tv o aria condizionata. Il confine tra spazio interno ed esterno è superato. L’outdoor ne è una parte consistente, fondamentale e preziosa. Una piccola casa di 27 metri quadrati con più di mille soluzioni interne che funzionano all’unisono senza mai cambiare la struttura originale e la forma. Casa Ojalá prende forma attraverso un impianto meccanico manuale composto da corde, carrucole e manovelle che riporta l’ospite alla memoria del viaggio nel vento in barca a vela. Legni e stoffe che ogni volta richiamano le tradizioni del luogo in cui Casa Ojalá si posa, costituiscono la sua unicità e adattabilità estetica, pur rimanendo un oggetto formalmente riconoscibile e commercializzabile in tutto il mondo.

Greenbuilding magazine, Casa Ojalá, Canada

Casa Ojalá propone due camere, una matrimoniale e una singola, un bagno, una terrazza, un angolo cottura e un soggiorno che possono però trasformarsi continuamente uno nell’altro, o diventare una grande piattaforma all’aria aperta, una casa senza tetto o addirittura senza pavimento. Uno spazio di gioco, una casa senza pareti o con diversi strati materici, profumati e tangibili che ne delimitano il confine tra interno ed esterno ogni volta sorprendendo la mano di chi agisce. La flessibilità dello spazio è resa possibile grazie alla soluzione innovativa di pareti scorrevoli, prodotte in due diversi materiali: tessuto e legno.
Per le pareti in legno, che si arrotolano su dei perni posti all’estremità della circonferenza e al centro della struttura, sono stati scelti i fogli mesh sheets di Wood-Skin con un pattern a righe verticali. Mesh sheets è il sistema con il quale è possibile creare forme organiche e sinuose che prendono vita da lastre piane. Casa Ojalá è anche e soprattutto sostenibile. Una volta montata vive dell’impianto meccanico manuale e non ha bisogno di alcuna assistenza esterna, né umana, né tecnologica. Racchiude in se stessa un sistema di raccolta d’acqua piovana, può essere dotata di energia solare, è integrata da una piccola fossa biologica. Vive di una selezione di tessuti e legni locali, sensibili all’ambiente e socialmente sostenibili. Una ventina di optional disponibili ne aumenta ulteriormente la flessibilità rendendo Casa Ojalá un prodotto interamente personalizzabile. Ciascun dettaglio può essere sviluppato con materiali più o meno nobili senza modificarne l’essenza.

Greenbuilding magazine, Casa Ojalá, Canada

Ph. © arch. Beatrice Bonzanigo, IB Studio

You may like