single-image

Corte Bertesina. Spazi di valore

Corte Bertesina è un progetto dove si intrecciano valori ambientali, sociali e agricoli: un bosco di 8 ettari che racchiude al suo interno orti e seminativi, una fattoria sociale, un negozio con laboratorio di trasformazione, una struttura per l’ospitalità agrituristica, un centro visite per attività didattiche e residenze. Il suo cantiere è stato una virtuosa esperienza condivisa tra committenti, progettisti e aziende dove l’impiego di processi innovativi nella costruzione e rigenerazione edilizia ha permesso di raggiungere obiettivi di sostenibilità, economia di risorse e risparmio energetico.

Greenbuilding magazine Kerakoll_Corte Bertesina0574_AC_1702

Corte Bertesina si trova nella prima periferia di Vicenza a tre chilometri da piazza dei Signori ed è una tipica corte rurale veneta ottocentesca, collegata a un fondo rustico di 17 ettari con coltivazioni certificate biologiche di ortaggi, cereali e foraggio. Dal 2010 l’azienda agricola è anche fattoria sociale e offre opportunità di lavoro a ragazzi con sindrome di Down. Obiettivo del progetto è stato quello di rigenerare e completare il nucleo edilizio esistente per sviluppare nuove relazioni funzionali: attività culturali e didattiche per la valorizzazione del paesaggio boschivo, attività di fattoria sociale tramite il coinvolgimento di giovani Down e la collaborazione con cooperative sociali locali, attività di trasformazione e vendita dei prodotti agricoli, residenze e attività di ospitalità agrituristica. Altro obiettivo del progetto è stato inoltre quello di inserirsi nel modo più leggero possibile nel contesto naturale e di assorbire da esso tutte le potenzialità visive, energetiche e legate al benessere dei futuri utenti. Il concetto di sostenibilità ha guidato l’intero progetto sul piano sociale, sul piano del benessere dei fruitori, sul piano della scelta dei materiali e delle tecniche costruttive e sul piano dell’uso e della produzione dell’energia.

Greenbuilding magazine Kerakoll_Corte Bertesina1244_AC_1702

Lo spazio della corte storica è completato a sud da un lungo muro lineare in pietra locale, costruito con tecniche tradizionali, “filtro” tra le attività sociali che si svolgono attorno all’aia e quelle private delle nuove residenze. Anche l’acqua, che dai doccioni della barchessa storica viene convogliata attraverso i canali di pietra a ridosso del muro, è elemento di filtro e separazione.

Greenbuilding magazine Kerakoll_Corte Bertesina1768_AC_1703

I nuovi volumi delle residenze si articolano in modo lineare: sono strutture leggere, agganciate al muro in sasso che appoggiano sul grande piano interrato, ragionato per alloggiare tutte le vetture dei residenti. Il contatto visivo con il paesaggio esterno, l’orientamento solare e il controllo della ventilazione naturale sono gli elementi che determinano la soluzione progettuale. La forma della copertura è stata definita per il controllo della luce naturale e per le sue potenzialità fotovoltaiche: 60 kW capaci di alimentare le attività agricole della corte e la climatizzazione a pompa di calore di tutti i suoi edifici collegati a un anello geotermico. A sud-est un semplice volume con un rivestimento di tavole di larice irregolari completa la corte: è lo spazio del centro culturale, dedicato alla didattica e alla valorizzazione del paesaggio boschivo circostante. La sua vetrata proietta l’attenzione del visitatore verso il paesaggio esterno e verso la rete di passeggiate sviluppate all’interno dell’area boschiva. All’interno delle barchesse e degli edifici storici si articolano invece gli alloggi dell’agriturismo, gli spazi di aggregazione della fattoria sociale, i laboratori di trasformazione e gli spazi per la vendita al pubblico dei prodotti agricoli.
  Greenbuilding magazine Kerakoll_Corte Bertesina1620M_AC_1703

Corte Bertesina, Vicenza (VI)
Studio di progettazione: traversovighy architetti, Costabissara (VI) – arch. Giovanni Traverso e arch. Paola Vighy. Impresa di costruzioni: De Facci Luigi Spa, Vicenza (VI). Rivendita: Pellizzari Armando srl, Arzignano (VI). Coordinamento Kerakoll: Francesco Pessotto, Tognato Filippo, Luca Romani, Piero Viscardi.
Ph. © Alessandra Chemollo

You may like