single-image

Cum Laude, connubio tra arte e storia per il nuovo fashion brand eco-sostenibile italiano


Associare la bellezza femminile a quella paesaggistica, veicolando arte e storia attraverso la moda, è questo l’obiettivo del progetto fotografico Cum Laude in the world realizzato dal nuovo fashion brand eco-sostenibile italiano Cum Laude in nome del trinomio moda-stile- ecosostenibilità.

Dopo aver fatto tappa a Tokyo, Yokohama, San Francisco, Silicon Valley – California, Melbourne, Curitiba in Brasile, Iloilo nelle Philippines, Creta, Lisbona, Roma, il progetto farà tappa ai Faraglioni di Scopello in Sicilia, un modo del giovane brand siciliano per omaggiare la propria terra.

Passione, design, eleganza, sobrietà e soprattutto rispetto dell’ambiente: è questa la formula di Cum Laude, brand fondato da giovani under 30, tutta improntata alla customer satisfaction e al Marketing 3.0, ovvero alla responsabilità ambientale.

Tutto questo ha permesso al brand di ottenere il consenso di stimate personalità che hanno deciso di sponsorizzarne la campagna pubblicitaria anche nelle più grandi metropoli del mondo. “Le prime borse limited edition – dice Ezio Lauricella, giovanissimo fondatore del marchio – rappresentano pezzi unici creati con pregiati materiali italiani, decorati con stoffe di kimono giapponesi in seta degli anni ’60. Il punto di forza delle creazioni Cum Laude è il mix tra prodotti rigorosamente eco-sostenibili, come la canapa e la seta, e colorazioni naturali estratte da tè nero, melograno e zafferano. La voglia, inoltre, di miscelare innovazione e tradizione, culture differenti e bellezze dei territori, rende le linee uniche nel loro genere. Sono lavorate a mano, nel pieno rispetto della tradizione artigianale italiana per dare continuità all’abilità manuale esistente, in controtendenza rispetto alle note multinazionali che hanno fatto la scelta di delocalizzare le produzioni e attività aziendali in Paesi in via di sviluppo, un fenomeno che si intreccia e confligge con i principi del rispetto di una moda etica, perdendo quella capacità di trasmettere agli occhi del consumatore la visibilità del tracciato di un prodotto, quindi la certificazione di alcuni standard qualitativi.”

L’idea di creare un fashion brand di qualità che possa che possa imporsi nel panorama mondiale della moda è tutta under 30. Cum Laude nasce da un’idea imprenditoriale di Ezio Lauricella, 28 anni, originario della provincia di Agrigento, laureato in Economia all’università di Palermo, master in European project presso la Sapienza di Roma, il quale ha deciso di creare un fashion brand eco-sostenibile recuperando il legame con la sfera ambientale e sociale, sviluppando una propensione all’etica. “La Sicilia è culla di civiltà, cultura e arte, essenza di numerose civiltà che nei secoli hanno lasciato tracce indelebili. Una terra contraddittoria ed estrema, saccheggiata nei decenni da politica e mafia, a cui ci sentiamo legati a doppio filo con la sua voglia di riscatto. L’industria della moda è da sempre un settore di grande tendenza in grado di influenzare le persone e la cultura e, dunque, capace di educare positivamente anche in termini di tutela ambientale.” A sposare il progetto e ad occuparsi dell’internazionalizzazione del brand è Alessia Vella 26 anni, laureata in Economia delle imprese alla LUISS di Roma: “In questo momento stiamo guardando con grande interesse a mercati importanti come la Russia e il Giappone che iniziano a ritenere fondamentale l’importanza della grande qualità unita al design.” Nel 2014 Cum Laude calpesterà anche le passerelle della Capitale con numerosi e interessanti eventi.

(Fontana di Trevi,  Roma, Italia)

You may like