single-image

e-QBO: l’eccellenza italiana al World Future Energy Summit di Abu Dhabi


e-QBO, oggetto di forma pura ed essenziale di grande impatto estetico e funzionale pensato dall’architetto Romolo Stanco per rispondere alle esigenze delle città del futuro è stato selezionato da ICE (Istituto Commercio Estero) per rappresentare l’Italia al World Future Energy Summit di Abu Dhabi, uno dei principali eventi mondiali dedicati alle energie sostenibili e ai progetti per il futuro del nostro pianeta che si terrà dal 20 al 22 gennaio .

La creatività e l’ingegno italiano si incontrano in un progetto concreto e sostenibile sviluppato con la partnership di RSE (Gruppo GSE) che rappresenta al meglio le eccellenze del nostro paese: architettura, design e ricerca. Il Padiglione Italia sarà rappresentato dal progetto della start up innovativa T°RED e-QBO, ideato dall’architetto Romolo Stanco e sviluppato insieme a RSE, dimostrando come energia ed estro creativo made in Italy possano gettare insieme le radici del futuro.

e-QBO è in grado di accumulare energia grazie alla sua “pelle” fotovoltaica e restituirla sotto forma di servizi per utenze interne e pubbliche: alimentazione di ogni servizio interno che richieda energia elettrica, illuminazione urbana, comunicazione audio e video interattive, acquisizione e restituzione dati, connessione wi-fi ed energia disponibile “gratuitamente” per la ricarica di apparecchi elettronici e veicoli elettrici. Una vera architettura “smart” off-grid pronta ad ogni utilizzo: sia pubblico che privato.

e-QBO rappresenta un nuovo inizio: l’intuizione di far muovere in sincronia progettazione e ricerca, ha permesso di giungere in breve tempo a un progetto-prodotto che funziona da esempio applicativo, concreto e di grande impatto dei temi delle città del futuro e al tempo stesso da ‘contenitore’ flessibile, affascinate ed energeticamente indipendente per attività commerciali o culturali temporanee.

e-QBO è il frutto di una esperienza di ricerca e di sviluppo realizzate da un’azienda di ricerca pubblica come RSE che ha sede a Piacenza, in collaborazione con il proprio gruppo di appartenenza (GSE), dall’associazione SD4SC – Smart Design for Smart Cities e da una start up piacentina come T°RED che dimostra la vitalità di questo territorio nell’innovazione.
Il sistema territoriale piacentino sostiene questo progetto per il suo significato, attraverso il supporto istituzionale del Comune di Piacenza, la partecipazione del centro di ricerca Leap e di Iren. Questa collaborazione sarà ulteriormente rafforzata nel futuro.

La visibilità che Piacenza potrà avere nell’ambito del summit di Abu Dhabi è di grande rilievo anche nella prospettiva delle iniziative promozionali che dovranno essere messe in campo in vista di Expo 2015.

You may like