single-image

Ecocentro, un impianto per riciclare i rifiuti e mantenere le nostre città un po’ più verdi


Ecocentro. Un impianto di trattamento dei rifiuti da spazzamento delle strade che trasforma cartacce e mozziconi in nuovo materiale di recupero. Questo l’obiettivo di Ecocentro, impiantistica realizzata in diverse città italiane e, poche settimane fa, anche a Guidonia, alle porte di Roma.

Il brevetto è frutto di Gruppo Esposito, azienda bergamasca leader nel settore, che con Ecocentro consente di recuperare circa il 70% dei rifiuti spazzati nelle strade, trasformandoli in sabbie per l’ambito edile e l’asfaltatura di strade e autostrade, ma soprattutto permette di evitare che gli stessi rifiuti finiscano in discarica, con un doppio beneficio in termini economici e ambientali per la collettività.

Il progetto di un’impiantistica per i rifiuti da strada, creata a Bergamo, Brescia, Milano, Como, Piacenza, Prato e Guidonia (Roma), nasce da una semplice constatazione, come racconta Ezio Esposito: “Ancora oggi si smaltiscono tanti rifiuti ma pochi di questi vengono recuperati, mentre si possono utilizzare nei diversi cicli produttivi”.

Grazie ai brevetti ottenuti tra Unione Europea, Stati Uniti e Australia, l’azienda ha guadagnato una posizione d’eccellenza nel settore green, ma non è un’eccezione: “Gli italiani si sono sempre distinti in questo settore” conferma Esposito. “Molti guardano alla Germania, ma quanti sanno che la maggior parte delle attrezzature sono italiane, in Europa e in altri continenti?”

E così continua a investire ogni anno circa il 10% del fatturato in ricerca e sviluppo: “Puntiamo molto sulla ricerca, è l’unica strada percorribile per ideare tecnologie innovative per l’ambiente”.

Dopo l’inaugurazione dell’Ecocentro romano, l’imprenditore bergamasco vuole “continuare su questa strada” continua Esposito. “In cantiere c’è già un impianto per Quartu Sant’Elena, a Cagliari, per il 2017, ma guardiamo anche all’estero, all’Austria e all’Inghilterra”.

sito web

You may like