single-image

EXPO 2015 Self-built Pavilions

Dopo il successo della presentazione del padiglione USA con James Biber, giovedì 19 marzo sarà Sergei Tchoban a illustrare il padiglione della Federazione Russa per il ciclo di incontri “EXPO 2015 Self-built Pavilions – I progettisti raccontano” organizzato dal Politecnico di Milano per far conoscere in anteprima i Padiglioni nazionali di alcuni dei Paesi che saranno presenti a EXPO 2015. Saranno, infatti, gli stessi progettisti a spiegare gli aspetti costruttivi che stanno alla base degli spettacolari allestimenti di queste architetture temporanee.

Situato su un’area di oltre 4.000 metri quadri, il Padiglione russo è ampio e dinamico e il suo design si ispira nella forma e nella tradizione ai padiglioni sovietici e russi delle precedenti Esposizioni Universali alle quali il Paese ha partecipato. I successi ottenuti dagli spazi espositivi russi nel corso del Ventesimo secolo sono accomunati da elementi architettonici arditi e soluzioni ingegneristiche uniche. A queste caratteristiche, nel Padiglione ideato per Expo Milano 2015, si aggiunge l’utilizzo di tecnologie “green”. La facciata in legno ricopre una doppia funzione: proteggere l’edificio dal sole e creare un riparo all’esterno. La copertura a terrazza, accessibile a tutti, sale gradualmente verso l’ingresso principale in modo da sviluppare una tettoia di circa 30 metri davanti all’ingresso. Entrando i visitatori possono attraversare l’area della mostra principale, salire al piano superiore e partecipare agli eventi e alle attività in programma durante il semestre di Esposizione Universale.

La partecipazione è gratuita con iscrizione su www.eventi.polimi.it

Il ciclo è patrocinato da Expo Milano 2015 e dal Comitato scientifico del Comune di Milano “Le università per EXPO2015”.

You may like