single-image

Grattanuvole. Un secolo di grattacieli in mostra a Milano


Dal 7 novembre al 6 dicembre è in programma alla Fondazione Riccardo Catella la mostra Grattanuvole. Un secolo di grattacieli a Milano che ripercorre la trasformazione dello skyline milanese nell’ultimo secolo attraverso 80 edifici, tra grattacieli e torri, che caratterizzano il volto architettonico di Milano con disegni originali, fotografie d’autore, video-interviste a progettisti e architetti, piante, prospetti, sezioni, foto d’epoca.

La mostra, a cura di Alessandra Coppa docente di Storia dell’Architettura del Politecnico di Milano, ripercorre un secolo di grattacieli a Milano: dal “grattanuvole” dell’ingegnere Achille Manfredini (1910) ai progetti di Porta Nuova che disegnano il nuovo skyline di Milano; dalle mitografie futuriste dell’architetto Antonio Sant’Elia agli avveniristici virtuosismi tecnologici di Cesar Pelli. Il fulcro dell’esposizione è il nuovo skyline di Milano con al centro il progetto e i nuovi grattacieli di Porta Nuova che rappresentano l’estensione del centro Direzionale, inclusi i grattacieli di piazza della Repubblica, il Pirelli, la torre Galfa (alla quale sarà dato particolare risalto attraverso l’esposizione di materiali inediti) e la nuova sede della Regione Lombardia. Le altre sezioni della mostra riguardano sia i grattacieli “storici” sia i più recenti, riletti attraverso considerazioni critiche e focus sugli edifici più significativi.

In una sezione della mostra, inoltre, sono esposte su 10 piedistalli 10 torri immaginate per Milano realizzate da importanti studi milanesi di architettura con i nuovi mattoncini LEGO®Architecture Studio, dando vita così a una mostra nella mostra.

I promotori hanno voluto coinvolgere attivamente in questo racconto sulla città anche le giovani generazioni, attraverso due iniziative all’interno della mostra: una dedicata ai più piccoli e una agli adolescenti. Per la seconda settimana di novembre è infatti stato organizzato “LEGOLab Grattanuvole”: sabato 15 novembre, presso la Fondazione Catella, 50 bambini tra i 6 e 12 anni prenderanno parte a un laboratorio il cui esito sarà la costruzione di torri-grattacieli con kit di mattoncini forniti dal Partner LEGO®. Alla fine della giornata le torri saranno selezionate, e la Vicepresidente della Fondazione Riccardo Catella, Alida Catella, decreterà il vincitore.

Sono stati, inoltre, coinvolti ragazzi più grandi che hanno realizzato due video, presenti all’interno della mostra, che raccontano in modo informale i grattacieli della città. Un video, realizzato con telecamera GoPro su biciclette BikeMi messe a disposizione da Clear Channel, racconta i grattacieli che si possono vedere lungo il percorso ciclabile da piazza della Repubblica a Porta Nuova fino alla Fondazione Riccardo Catella. Un altro video trasmette i grattacieli storici che si incontrano lungo il percorso del tram 1, che ATM ha messo a disposizione per potere effettuare le riprese.

La co-promozione della mostra insieme al Politecnico di Milano è un’operazione culturale che rientra nello spirito della Fondazione Riccardo Catella di favorire una riflessione ed un confronto su tematiche collegate allo sviluppo del territorio, attraverso incontri e progetti espositivi. In questo contesto, l’architettura, intesa come “capacità di costruire la città” e parte integrante del Made in Italy, è un tema centrale sul quale la Fondazione si impegna a riattivare un dibattito a livello nazionale ed internazionale, anche in vista di Expo 2015, insieme al mondo accademico, alle Istituzioni e alla società civile. La mostra è stata quindi ideata come manifesto e racconto della storia dei grattacieli della città di Milano dalle origini ad oggi. Attraverso l’analisi dell’architettura e del suo sviluppo negli anni, la mostra fa emergere temi come la valorizzazione della vivibilità urbana, dell’innovazione e della sostenibilità nell’ambito della progettazione del paesaggio urbano e degli spazi pubblici.

You may like