single-image

Horizontal White by Nir Sivan. Una casa trasformata in un simbolo di design


Horizontal White. In seguito all’ampliamento dell’area residenziale di una villa sita in provincia di Roma, è stata affidata all’architetto Nir Sivan – italiano, nativo israeliano – l’ideazione e la realizzazione di un nuovo involucro, comprendente un’area esterna e il design degli interni.

Il progetto di Horizontal White è stato ispirato dall’ampiezza della vista panoramica di questa area residenziale privata. La facciata, dalla rifinitura prevalentemente bianca, offre la massima trasparenza e permette al magnifico ambiente circostante di permeare gli interni creando al tempo stesso un involucro sicuro.

Il concept della facciata a doppio strato prevede una vetrata esterna realizzata con pannelli principalmente trasparenti e uno strato interno di montanti e traversi strutturalmente indipendenti. Entrambi, creati usando forme rettangolari non lineari, racchiudono il linguaggio complessivo del design, ispirato da De Stijl. Lo strato interno funziona anche come scaffalatura e può alloggiare ad esempio vasi di vetro colorato che aggiungono più atmosfera allo spazio. Una delle peculiarità del progetto sono gli “acquari”: i box di vetro colorato che sporgono dallo strato esterno della facciata. Mentre creano dinamismo mantengono la privacy e contribuiscono a portare all’interno luce e atmosfera. Per questo progetto l’architetto Nir Sivan ha lavorato a stretto contatto con piccoli artigiani dell’acciaio, che hanno reso possibile la realizzazione di un design unico ma al tempo stesso semplice e con un budget limitato.

Il nuovo spazio, usato come studio di psicologia e tempo libero, è arredato con librerie pensate come un’estensione della facciata e fissate sul muro laterale interno della casa.

Nir Sivan nasce a Tel Aviv nel 1977. Dopo aver studiato architettura in Israele si trasferisce a Roma nel 2001, dove si laurea in architettura e consegue un master in Project Planning. Ha avviato il primo studio di architettura in Israele nel 1999, lavorando su progetti nei settori retail e residenziale, prima di trasferirsi in Italia, dove è stato tra i fondatori nel 2004 di PRVS, uno studio costituito da cinque giovani architetti. Avvia il suo studio personale a Roma nel 2006, lavorando principalmente su progetti in Italia e in Cina. La sua esperienza internazionale si amplia poi tra il 2008 e il 2011 grazie alla collaborazione con il pluri-premiato studio internazionale di Massimiliano Fuksas, dove ricopre il ruolo sia come Business Director che Project Director per diversi progetti in Slovacchia, Iran, Corea del Sud e Cina. Dopo aver lavorato a lungo con numerosi clienti, investitori e costruttori internazionali su molteplici progetti sia commerciali che legati ai trasporti e all’aviazione, sia specialistici con geometrie complesse, budget sostanziali e tempistiche ristrette, sia per il settore privato che per enti governativi, nel 2012 fonda Nir Sivan Architects Associates.

La società sta attualmente sviluppando progetti in Italia, Brasile e Israele ed è in continua espansione, grazie a un team multidisciplinare di gruppi di lavoro specializzati che possono offrire lo sviluppo di progetti integrati. Tra le principali realizzazioni dello studio possiamo ricordare: Carioca Wave, progetto architettonico-scultoreo in vetro e acciaio per il Centro Commerciale CasaShopping di Rio de Janeiro; i terminal 2 e 3 del Gullin International Airport in Cina; il Museo della Natura di Gerusalemme e l’Archivio Nazionale Israeliano. A caratterizzare l’operato di Nir Sivan Architects è uno stile di progettazione emozionale, fortemente orientato al dinamismo delle forme, e l’abilità nel fornire al cliente progetti e realizzazioni “chiavi in mano”.

You may like