single-image

John Alcorn e Moleskine. Il processo creativo di un grande illustratore


Un nuovo capitolo nella serie di edizioni Moleskine dedicate al dietro le quinte dei mestieri creativi: la biografia illustrata di John Alcorn, l’uomo che cambiò volto all’editoria italiana. Pubblicitario, autore di libri per l’infanzia, grafico, ma soprattutto illustratore editoriale, John Alcorn è famoso per aver creato importanti copertine di grandi editori come Random House, Simon & Schuster, Rizzoli, Atheneum, Little Brown e di riviste come Esquire, McCall’s, Redbook, Evergreen, Playboy.

La nuova monografia Moleskine raccoglie l’opera completa dell’illustratore statunitense con testi critici, racconti, testimonianze e oltre 500 riproduzioni a colori, che insieme ci restituiscono uno sguardo dall’interno sul processo creativo e il lavoro artigianale di Alcorn, mostrando i diversi passaggi nell’elaborazione dell’immagine, i disegni preliminari a matita su carta pergamena, i progetti mai realizzati e quelli scartati dal cliente, fino agli acquerelli e alle opere a stampa: un’importante testimonianza sulla dimensione artigianale nel lavoro dell’illustratore pre-digitale.

L’arrivo di Alcorn in Italia all’inizio degli anni Sessanta portò una nuova ventata pop nel panorama dell’illustrazione editoriale italiana, fino allora caratterizzata da sobrietà di stampo razionalista o da dorature di tradizione ottocentesca. Tra gli iniziatori dello stile psichedelico americano, Alcorn sfondò le gabbie grafiche, portò audacia, irriverenza, colore e libertà espressiva alle copertine dei libri, contribuendo a rendere il genere dell’illustrazione editoriale una delle massime aspirazioni professionali per ogni illustratore. Ma lo scambio culturale con l’Italia non fu a senso unico: l’esperienza italiana portò classicità, densità culturale e carica atmosferica all’opera di Alcorn, abbinate all’uso quasi esclusivo dell’acquerello.

Il lavoro di Alcorn in Italia iniziò con Rizzoli, quando nel 1973 Mario Spagnol, grande innovatore dell’editoria italiana e allora direttore editoriale di Rizzoli Libri, gli assegnò il compito di trovare un nuovo volto grafico della casa editrice, compresa la storica collana Biblioteca Universale Rizzoli – BUR. Nel corso degli anni collaborò con Longanesi, Guanda, CDE (Club degli editori), Frassinelli, TEA. Nel gennaio 1992, quando morì prematuramente, Alcorn aveva ancora sul tavolo una quantità di progetti per editori italiani, tra cui un nuovo logo per Salani. Per il John Alcorn pubblicitario, ben documentati nel volume Moleskine i lavori per clienti come CBS, Cigarettes Eve, Pepsi Cola, Campbell’s, 7up.

www.moleskine.com/it/news/john-alcorn

GreenBuilding-magazine-John-Alcorn_Moleskine_9 GreenBuilding-magazine-John-Alcorn_Preparatory-drawing-Anton-Chekhov-Anima-Cara GreenBuilding-magazine-John-Alcorn_la-collina-dei-conigli

You may like