single-image

L’albergo eco piace agli italiani

Un soggiorno sostenibile costa il 10-20% in più di uno in un albergo convenzionale. Il 39% degli italiani afferma di essere comunque disposto a pagare questa differenza pur di soggiornare in una struttura ricettiva green, e la quota di gradimento nei confronti della vacanza eco sale al 70% nel caso in cui vi sia parità di prezzo tra l’hotel amico dell’ambiente e quello convenzionale. A definire questo quadro a livello nazionale è stato il terzo rapporto “Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo”, presentato alla Bit di Milano dalla fondazione UniVerde e da Ipr Marketing. L’indagine, condotta su un campione di mille persone, rivela che sono in aumento i turisti che prima di prenotare una camera in una struttura si informano sulla sua sostenibilità tramite le informazioni reperibili sul web: lo ha fatto nell’ultimo anno l’89% del campione intervistato, mentre nel 2012 era il 78% e il 65% nel 2011. Gli italiani si sono anche dimostrati consapevoli delle ricadute positive di un turismo verde sull’economia del Paese: per il 38% degli intervistati, lo sviluppo economico di un’area turistica passa necessariamente dal rispetto dei vincoli ambientali e per il 50% del campione la sostenibilità rappresenta un’opportunità di crescita. Sempre secondo il rapporto, in una scala da uno a dieci che valuti l’offerta turistica eco-friendly, l’unica città che supera di poco la sufficienza è Firenze (voto 6,3), mentre Napoli (4), Bari (4,1) e Palermo (4,3) si trovano in coda alla classifica.

You may like