single-image

L’ecostazione di Ferla: un “laboratorio di rifiuti”


All’interno di un piccolo edificio esistente nasce a Ferla la prima ecostazione comunale della Provincia di Siracusa. L’allestimento, in linea con la funzione, è composto quasi interamente da oggetti riciclati. L’info-grafica gioca un importante ruolo per rendere più intuitiva la fruizione da parte dell’utente.

Il progetto è realizzato in partnership con il Comune di Ferla, Ecogreen service, Rifiuti Zero Siracusa, Ionica Ambiente e il supporto dei cittadini di Ferla, grazie al contributo degli architetti Manuela Cifali e Marco Tripi di MA.studio che hanno risposto all’avviso pubblico del Comune di Ferla volto alla ricerca di partner interessati a proporre progetti sperimentali legati al potenziamento della raccolta differenziata. Il Comune di Ferla ha da tempo intrapreso un percorso virtuoso in tema di rifiuti. I risultati lo evidenziano in modo inequivoco: i cittadini hanno conferito per i primi 11 mesi del 2013 in discarica 160mila kg di rifiuti in meno rispetto allo stesso periodo del 2012 e la raccolta differenziata è passata dal 4% del 2012 al 14% del 2013%. A partire dall’agosto del 2013 è il quindicesimo comune siciliano ad avere aderito alla strategia internazionale Rifiuti Zero. Tale strategia, lanciata dall’americano Paul Connet, prevede una serie coordinata di azioni che nel tempo superano il concetto di rifiuto e perseguono l’obiettivo, ambiziosissimo, di avere il 100% del riciclo di ciò che consumiamo. Sulla scorta di tale obiettivo, dopo un lungo lavoro di studio e su proposta dell’ingegnere Santo Pettignano capo dell’Ufficio Tecnico Comunale, la Giunta ha approvato un progetto per la creazione dell’ecostazione, realizzata e allestita con materiale di riuso grazie alla collaborazione di aziende locali.

Salvo La Delfa, referente del circolo Rifiuti Zero di Siracusa, ha sottolineato che “la realizzazione dell’ecostazione è fondamentale per consolidare i risultati raggiunti e per migliorare la qualità della raccolta e del recupero. L’associazione seguirà il progetto anche nella fase di sviluppo assicurando all’amministrazione di Ferla collaborazione e supporto”.

“Nella nuova e innovativa ecostazione – afferma il Sindaco Michelangelo Giansiracusa – i cittadini potranno conferire plastica, vetro, alluminio, pile, farmaci, piccoli RAEE, oli esausti, indumenti usati e soprattutto la frazione umida. Un moderno sistema registrerà le relative utenze. In tal modo i cittadini raccoglieranno punti che in misura percentuale si tradurranno in sconti immediati nella bolletta oltre che nella partecipazione a una vera e propria gara con premi.”

GreenBuilding-Magazine-Ecostazione3 GreenBuilding-Magazine-Ecostazione2GreenBuilding-Magazine-Ecostazione

You may like