single-image

Montmartre vista da nord

Uno “strano” appartamento, su più livelli, agli ultimi piani di un edificio della Butte Montmartre, gioca con la luce e una vista spettacolare

Géraldine, suo marito e i loro tre figli si sono trasferiti in questa dimora bifamiliare ricavata dagli ultimi piani di un edificio della Butte Montmartre. In questo quartiere, dove tutta la famiglia ha vissuto per quindici anni, Géraldine ha scovato la perla rara, un appartamento di 120 metri quadrati, ricavato dall’annessione, da parte dei proprietari precedenti, di diverse chambres de bonne e aree comuni attinenti a quello che fu anche lo studio del pittore Maurice Utrillo. Tutti gli elementi erano presenti: spazio, luce, vista… Si trattava ora di collegare fra di loro volumi architettonici complessi e situati a più livelli: lo studio d’architettura Randa Kamel RK Architecture ne ha completamente ripensato la distribuzione spaziale e la sua fruizione.

“Da questa specie di ginepraio, Randa ci ha proposto di creare un bellissimo soggiorno che potesse sfruttare sia il doppio volume che il tetto in vetro, di integrarvi la cucina e di creare le stanze per i nostri tre figli al sesto piano. La nostra si sarebbe trovata invece al piano successivo e sarebbe stata dotata di una grande vetrata che avrebbe dato accesso alla terrazza. L’apertura sulla piccola terrazza ha permesso di creare uno spazio in cui interno ed esterno si confondono. Abbiamo sfruttato queste differenze di livelli per installare qua e là delle panchine, che ci permettono quasi di sentirci in vacanza tutto l’anno senza uscire dal nostro appartamento. Infine, siamo anche riusciti a ricavare un’ulteriore piccola nicchia sotto il tetto per creare un angolo TV su di un soppalco.”

Il maggiore atout dell’appartamento è però costituito dalla sua vista mozzafiato e di cui si può godere da vari punti, grazie al tetto in vetro presente ad ambedue i livelli. Per sfruttare al meglio la vista sulla città, il soggiorno è composto da sedute basse. Un grande tappeto berbero comunica questa stessa nozione di comodità a livello del suolo. A destra, nella sala da pranzo, sovrastata da un œil-de-bœuf, si trova il tavolo in marmo bianco. Sempre sotto al tetto di vetro, ma in uno spazio leggermente incassato, si trova la cucina aperta dove tutta la famiglia si riunisce nei fine settimana per partecipare a laboratori pratici di pasta fresca. L’isola centrale permette di cucinare godendo di una vista straordinaria. La lacca blu pallido delle facciate è stata creata ad hoc ed è stata combinata con un granito nero addolcito Agata Moon che ricorda una notte stellata. L’intero appartamento è stato dipinto in una sola tinta, sia per i pavimenti che per i soffitti, che crea un’atmosfera molto morbida nonostante la geometricità e la quantità di spazi in origine scollegati fra di loro. Approfittando proprio di questo fatto, al piano superiore sono state installate una serie di panchine là dove in origine vi era un soppalco di difficile accesso, da cui sgattaiolare per accedere alla stanza che si apre sotto al tetto. L’applicazione della resina Kerakoll Design House sul pavimento e sulle panchine è stata consigliata da Frédéric Yvora di Okre. Anche per l’angolo TV è stato mantenuto lo stesso spirito, installando una semplice panca con cuscini personalizzati. La piccola terrazza esposta a est offre una vista a 180 gradi, dalla periferia settentrionale di Parigi fino ai gradini della scalinata di Montmartre…

“La nostra amica paesaggista Gwenaëlle Grandjean si è unita a noi per darci una mano, suggerendo piante e vasi molto diversi tra di loro per creare un’atmosfera rurale nel bel mezzo della città, e lasciando spazio a sufficienza per il barbecue, essenziale per le serate estive con gli amici. Ristrutturare completamente questo appartamento è stata una grande esperienza. RK Architecture, grazie alle personalità distinte di Randa e Pierre Alfred, ci ha guidato e accompagnato. Ci hanno proposto soluzioni e ci hanno spinto a occuparci anche dei più piccoli dettagli, lasciandomi però libera d’utilizzare la mia creatività, il che per un designer come me è stato fondamentale. È stato un bellissimo lavoro eseguito in collaborazione… e che replicheremo ben presto per un nuovo progetto a Montmartre: ancora un altro luogo ricco di storia, un ex bar che presto recupereremo per la nostra massima felicità.”

Greenbuilding magazine, FLAT MONTMARTRE

Abitazione privata a Montmartre, Parigi, Francia
Studio di progettazione: RK Architecture, Parigi, Francia – arch. Randa Kamel. Superfici Kerakoll Design House: al piano superiore i pavimenti e le panchine sono rivestite con Cementoresina, un materiale innovativo che, in uno spessore ridotto di soli 3 millimetri, consente di rivestire pavimenti, pareti, scale, docce e lavabi, senza interventi di demolizione.

Ph. © Guillaume Grasset/Livinginside

You may like