single-image

Asilo sostenibile a Milano

 

Sono iniziati da pochi giorni i lavori per la costruzione dell’asilo pubblico. Una struttura contemporanea, innovativa e soprattutto sostenibile all’interno del nuovo parco di CityLife.

CityLife. L’asilo sarà il primo realizzato interamente in legno a Milano, immerso nel nuovo grande parco urbano che, una volta ultimato, sarà di 173mila mq complessivi e ospiterà oltre 1.900 piante. Sotto la Torre Generali, è aperta una ulteriore porzione di parco pubblico, progettato dallo studio P’arc Nouveau e realizzata dalle imprese Euroambiente e Peverelli, che ha fatto raggiungere la quota di 100mila mq di aree verdi realizzate e aperte.

Il progetto dell’asilo è il risultato del concorso indetto nel 2014 rivolto a giovani architetti under 35 ideato e promosso da CityLife in collaborazione con Federabitazione Lombardia – Confcooperative e AAA architetticercasi™.

L’obiettivo di CityLife, in accordo con il Comune di Milano, è stato quello di realizzare un asilo pubblico in linea con le più recenti politiche scolastiche della città volte a costituire strutture sempre più sostenibili e a basso impatto ambientale.

Il progetto vincitore dello studio 02ARCH consiste in un edificio il cui spazio è molteplice e flessibile a seconda delle esigenze, inserendosi nel parco CityLife in maniera attenta e sensibile, diventando il paesaggio naturale in cui si inseriscono gli spazi di gioco. L’asilo dispone di circa 3mila mq di giardino protetto e mille mq di edificio scomposto in tante piccole casette organizzate attorno a un atrio centrale, a partire dal quale si sviluppano le varie funzioni pedagogiche. La struttura si presenta semplice e intuitiva, “a misura di bambino”: luci, colori, materiali e finiture esaltano la polisensorialità dell’ambiente per generare uno spazio ricco ed articolato, adatto alle esplorazioni cognitive dei più piccoli. L’obiettivo di conciliare qualità e funzionalità con un approccio di edilizia sostenibile, ha condotto a una serie di scelte che riguardano principalmente la progettazione secondo le regole della bioclimatica (orientamento edificio, esposizione e luce naturale), l’uso di energie rinnovabili (tra cui pannelli fotovoltaici e pannelli radianti, la riduzione del consumo di acqua (recupero acqua piovana) e la selezione di materiali costruttivi certificati, locali e riciclabili (pannelli in legno prefabbricato ecosostenibile, rivestimenti esterni a basso grado manutentivo, salubrità dei materiali interni).

I criteri di progettazione dell’asilo nido hanno come obiettivo la certificazione LEED Platino, ovvero il massimo livello di certificazione previsto dal Protocollo LEED Italia.

Sito web

You may like