single-image

Odile Decq: il nuovo progetto “Confluence” a Lione


Una nuova istituzione con sede nel cuore dell’Europa, per l’educazione e la ricerca architettonica basata sulla sperimentazione e sulla trans-disciplinarietà che riunisce architetti, critici, artisti, pensatori, filosofi, film-maker, scienziati, ingegneri e produttori al fine di sviluppare un’architettura basata su idee libere da qualsiasi pregiudizio o ideologia.

Internazionale e indipendente, Confluence propone un approccio educativo aperto, alternativo, collaborativo e innovativo. Si basa su un concetto di architettura che interseca varie discipline per contrastare l’uniformità della produzione e gli standard imposti, per mettere in discussione e andare oltre i limiti impliciti dell’architettura, al fine di creare opportunità inimmaginabili.

“Dopo aver guidato la Scuola Speciale di Architettura – sottolinea Odile Decq – ho voluto portare avanti idee sull’insegnamento dell’architettura sino ad oggi bloccate a causa del rigoroso sistema di istruzione. Ecco perché ho creato Confluence. Ho capito che dobbiamo cambiare, non solo la filosofia ma anche la metodologia di insegnamento e ricerca. Questo istituto integra nuove visioni di società e nuovi metodi connessi alla creazione, produzione e comunicazione che permetteranno agli studenti di adattarsi al mondo contemporaneo nel quale dovranno operare.”

“Confluence, oltre al riferimento al luogo in cui è stato realizzato l’istituto – al centro di un grande progetto di riqualificazione tra il Rodano e la Saona, al fianco di strutture culturali e realtà industriali di ricerca e istruzione superiore – è il concetto stesso su cui è fondato l’istituto. L’architettura non deve essere ridotta a formazione professionale o specializzata: è una disciplina che apre al mondo, che implica una visione e una capacità di agire e che oggi più che mai ha bisogno di ritornare alle sue ambizioni più umanistiche.”

Tra i fondadori di Confluence, oltre a Odile Decq, Paris Philippe Barrière (Architetto, Professore in Quebec), Matteo Cainer (Architetto e Curatore a Parigi e Londra), Sony Devabhaktuni (Architetto, ricercatore a Losanna) e Jean-Christophe Quinton (Architetto, professore a Parigi).

www.confluence.eu

GreenBuilding-magazine_Confluence-Founders
I fondatori di Confluence – Institute for Innovation and Creative Strategies in Architecture, Lione, Francia, 2014.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

You may like