single-image

Phoenix Towers. In Cina due grattacieli gemelli antismog


La Chetwoods Architects, con sede a Londra, ha svelato i piani per costruire le torri più alte del mondo nella metropoli cinese di Wuhan, le Phoenix Towers. Si tratta di due grattacieli gemelli alti 1 km che potrebbero aiutare a purificare l’acqua e l’aria inquinata della città sfruttando le fonti rinnovabili.

Il progetto è in attesa di approvazione ufficiale, ma la speranza è che i lavori possano iniziare entro la fine dell’anno. Secondo gli ideatori, la costruzione dei due grattacieli sarà “un punto di riferimento iconico all’interno di un ambizioso masterplan ambientale per Wuhan”, una città di 10 milioni di persone sul fiume Yangtze. Le torri coprono sette ettari di un parco che ne ricopre 47, situato su un’isola al centro di un lago a pochi chilometri dalla città. Sono state progettate per incorporare elementi della cultura tradizionale cinese. Insieme, esse rappresentano la fenice, creatura magica per i cinesi. Il feng, o torre “maschio”, fornirà energia rinnovabile al huang, o torre “femmina”, uno spazio con caffè, ristoranti e un giardino verticale di 100 piani. La torre feng sarà dotata di turbine eoliche e utilizzerà l’energia solare per aspirare l’acqua inquinata del lago attraverso un sistema di filtraggio avanzato.

In pratica una sorta di “camino termico” utilizzerà il calore del sole per attirare l’aria attraverso i laghi per poi utilizzarla per raffreddare gli edifici. La stessa aria sarà filtrata, ripulita dalle sostanze inquinanti e re-immessa nell’ambiente. La stessa cosa avverrà anche per l’acqua.

You may like