single-image

Portaluppi Circus, quando architettura e arte s’incontrano


Il Portaluppi Circus è un progetto voluto e realizzato dalla Fondazione Piero Portaluppi, ideato dal direttore scientifico, architetto Alessandro Scandurra.
L’obiettivo del Portaluppi Circus è quello di realizzare una serie di workshop (costituiti da seminari, conferenze, laboratori, visite guidate e attività didattiche varie) rivolti agli studenti di Architettura e Design del Politecnico di Milano, che riflettendo l’eclettismo dell’architetto Piero Portaluppi, portino i partecipanti a estendere i propri interessi ad altre discipline artistiche e culturali, non strettamente connesse con l’architettura, stimolando la curiosità, il dibattito e il confronto, per sviluppare la creatività e nuovi punti di vista nell’approccio alle materie di studio tradizionali.
I risultati attesi sono quelli della promozione presso gli studenti di uno studio multidisciplinare dell’architettura contemporanea, anche in funzione integrativa alla didattica universitaria, e il rilancio della partecipazione attiva degli stessi all’organizzazione di attività legate alla cultura artistica.
Il progetto si avvale del contributo di studiosi e ricercatori del mondo dell’arte, della cultura e della comunicazione che condividono il proprio sapere e le proprie esperienze attraverso un contatto diretto e paritario con gli studenti, dando luogo a un’attività formativa basata sul confronto, che supera il concetto tradizionale di lezione frontale, in cui l’esperto racconta e l’uditorio ascolta passivamente. Si pone infatti l’attenzione sulla creatività dei singoli e su un modo alternativo di approfondire la questione relativa allo studio dell’architettura e del design, sfruttando canali diversificati e in nome di una concretezza propositiva volta a creare una schiera di studenti solidali nell’impegno di realizzare un sapere migliore, evocativo e curioso: percorsi inediti attraverso tutti i luoghi possibili dell’espressione artistica e architettonica, in simbiosi con lo spazio, al passo coi tempi.
Alla conclusione di ogni workshop, i risultati del lavoro svolto daranno vita, a seconda dei casi, a mostre, pubblicazioni, convegni, che daranno un riscontro pratico e visibile dell’attività di ogni partecipante.

Martedì 24 novembre si terrà l’incontro sul tema “L’arte della Memoria”  durante il quale architetti, filosofi, storici dell’arte, artisti e giornalisti discuteranno con il pubblico sui significati della Public Art. Gli incontri sono a ingresso libero con registrazione all’indirizzo t.camporesi@portaluppi.org

You may like