single-image

ROADTO2020: un nuovo approccio per la riqualificazione energetica degli edifici


Sviluppare azioni di risparmio energetico sulla struttura fisica dell’edificio e contemporaneamente intervenire sugli usi e i comportamenti abitativi guidandoli verso pratiche virtuose dal punto di vista della sostenibilità. È questo l’obiettivo del progetto RoadTo2020 promosso dalla Fondazione Torino Smart City nell’ambio di sviluppo e attuazione delle azioni previste dal programma SMILE, che verrà presentato il prossimo 7 febbraio a Torino.

La facilità di accesso a fondi agevolati e il basso impatto economico sui proprietari sono punti di forza del progetto RoadTo2020 che permetteranno di rendere facilmente praticabile la riqualificazione di edifici con ricadute positive sui consumi energetici urbani e sul recupero delle costruzioni cittadine più obsolete con il minimo aggravio dei costi. Il risparmio energetico diventa quindi una fonte di reddito.

Il progetto, patrocinato dalla Provincia di Torino, è stato ideato da Archingest, azienda specializzata in gestione del patrimonio pubblico e privato, e da SanProgetto sas, società di progettazione e consulenza strategica. Ne fanno parte, inoltre, secondo le rispettive specificità: Redarc srl, Enneservice, Onleco, Enhancers e WebWorking, Aermec, Caparol, Finstral, Kerakoll, Vass Technologies, Ytong, Banca Sella, Banca Alpi Marittime, Banca Mediolanum, Reale Mutua.

Gli aspetti dunque decisamente innovativi del progetto sono di doppia entità: da una parte le modalità comportamentali abitative dei proprietari degli immobili, che il progetto stesso intende rendere virtuose attraverso azioni di coinvolgimento sociale; dall’altra l’approccio al risparmio energetico degli occupanti ricorrendo a finanziamenti a tassi agevolati. Si elimina di fatto l’impatto del costo degli interventi sui proprietari. In sostanza il risparmio energetico ottenuto con l’intervento di riqualificazione energetica finanzia i costi da sostenere per l’intervento stesso. Un approccio centrato sulle persone.

Una quota significativa dell’inquinamento globale è riconducibile agli stili di vita delle persone e alle loro abitudini di consumo. È dunque necessario informarle e orientarle verso pratiche virtuose e sostenibili, in grado anche di ridurre la spesa energetica.

La piattaforma smart di RoadTo2020 restituisce alle persone i dati di consumo in maniera intuitiva, fornendoli direttamente sui loro dispositivi mobili (smartphone, tablet e pc) e influenzandone così i comportamenti.

L’app semplifica inoltre la vita quotidiana integrando servizi utili – come acquisti on line e servizi per le persone – e ne estende la socialità, mettendole in contatto fra loro sulla base della prossimità.

La diffusione di queste pratiche innovative permetterà ai cittadini di rivalutare il proprio immobile rendendolo nel tempo più efficiente con inoltre un maggior risparmio in bolletta e alla Città di ottenere una riduzione delle emissioni di CO2.

Il progetto, infine, è stato inserito all’interno dell’iniziativa Smart Tree, promossa dal Comune di Torino: ogni palazzo che affronterà questo percorso di efficientamento permetterà ai promotori di donare un albero alla Città, come segno di interesse e di cura per l’ambiente cittadino, associando così in modo inedito l’aspetto edilizio della riqualificazione energetica (- CO2) allo sviluppo del verde urbano (+ O2).

GreenBuilding-magazine_Roadto2020_2

You may like