single-image

Sede green di Cereal Docks Group e di DemBiotech

Un gruppo italiano, attivo da 36 anni nella prima trasformazione agroalimentare che nel corso del tempo ha saputo diversificare processi e prodotti fino ad interfacciarsi oggi con diversi settori, dal feed al food fino al settore cosmetico e quello farmaceutico

La sede direzionale del Gruppo Cereal Docks condivide il building con una delle aziende che proprio dal gruppo hanno preso vita: fondata nel 2016, DemBiotech è una società innovativa green, specializzata nella ricerca e sviluppo di attivi da colture vegetali, da utilizzare nei settori personal care, health care, food, veterinarian e crop care.

Il complesso architettonico si trova all’interno della zona industriale comunale situata a sud-est dell’abitato di Camisano Vicentino, in provincia di Vicenza, e occupa un’area di circa 10mila metri quadrati.

L’insieme dei manufatti ospita una realtà altamente innovativa per diverse ragioni: per la volontà del Gruppo Cereal Docks di far correre sugli stessi binari crescita del business e funzione sociale dell’impresa nei confronti dei suoi collaboratori e del territorio in cui si inserisce; per il settore merceologico cui appartiene DemBiotech, quello delle biotecnologie; per la natura del suo prodotto, la sintesi di attivi vegetali ottenuti mediante un processo di coltura cellulare; per l’elevato standard di progettazione rispondenti ai criteri più avanzati della green technology. Dal punto di vista energetico gli edifici impiegano fonti di energia rinnovabile – la copertura degli edifici, per forma, dimensioni ed esposizione, permette di utilizzare l’energia incidente del sole integrando un sistema di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica – e adottano sistemi di climatizzazione ad alta efficienza energetica e ventilazione meccanica. I sistemi costruttivi sono finalizzati all’integrazione dei fattori naturali nel progetto, come il controllo e la gestione dell’irraggiamento solare diretto sulle superfici opache e trasparenti mediante importanti interventi per isolare e un dispositivo di pannelli frangisole mobili e orientabili in funzione dei cicli solari. Alti standard anche per i materiali costruttivi impiegati, come ad esempio le ampie facciate continue termoisolate e i tamponamenti in vetro ad alte prestazioni.

Greenbuilding magazine, Cereal Docks Demethra

Il complesso è costituito da più corpi di fabbrica: l’edificio principale dalla morfologia a corte, il padiglione della mensa completamente vetrato, il volume degli impianti, la serra (in progress). L’edificio principale si compone di due corpi di fabbrica giustapposti, separati da una corte interna che costituisce il cuore verde dell’intero insediamento e conformati perimetralmente da un’unica soluzione di rivestimento intesa a rappresentare anche visivamente l’idea dell’unità R&D Produzione. L’edificio a nord-est (Corpo B) – di circa 1.600 metri quadrati su un piano – destinato alla produzione di DemBiotech, è realizzato in prefabbricato con una struttura portante in cemento armato precompresso e tamponamenti pure in calcestruzzo, isolati termicamente e acusticamente. Le partizioni interne sono costituite da setti in cartongesso isolato e coibentato a definire un layout che si organizza attorno a un’area centrale riservata ai processi di fermentazione e purificazione – fattori preminenti delle funzioni produttive – e si sviluppa perimetralmente grazie a un percorso interno anulare di distribuzione.

Greenbuilding magazine, Cereal Docks Demethra

L’edificio a sud-ovest (Corpo A) – di circa 800 metri quadrati per piano su tre piani – è destinato, al piano terra, alla hall e i servizi di accoglienza comune e ai laboratori di Ricerca e Sviluppo di DemBiotech, al piano primo e secondo agli uffici amministrativi e direzionali di Cereal Docks e Cereal Docks Group. Questo immobile è realizzato pure con una struttura portante in cemento armato precompresso e tamponamenti di testata in calcestruzzo, mentre i prospetti lunghi sono completamente vetrati con quello a sud-est schermato da un sistema di frangisole mobili in lamiera stirata. Ciò è consentito dalla soluzione della configurazione longitudinale di solaio realizzata con travi a Z e pilastri arretrati che liberano le facciate da interferenze strutturali.

Il piano Laboratori (PT) del Corpo A presenta partizioni interne miste in setti di cartongesso e in pannelli in vetro, mentre i piani uffici (1° e 2°) sono distribuiti da un sistema di pareti vetrate progettate per consentire la massima flessibilità nel tempo degli spazi. La corte interna è sistemata a verde e comprenderà un impianto di orti scientifici definiti appositamente per la coltivazione e la produzione di essenze vegetali disponibili come materie prime. I due corpi di fabbrica sono collegati fra loro mediante due tunnel vetrati (Corpi C1 e C2) di diverse dimensioni e funzioni, destinati – quello a sud-est – all’accesso principale, quello a nord-ovest alle attività interne e di servizio.

Greenbuilding magazine, Cereal Docks Demethra

Ambedue i tunnel si riflettono in altrettanti specchi d’acqua, attraversati ciascuno da una piattaforma in legno, che ne delimitano e valorizzano l’estensione longitudinale.
In posizione baricentrica rispetto alla corte interna del complesso edilizio, a nord-ovest, è insediato un piccolo edificio (Corpo D) di 240 metri quadrati di pianta, su un piano, in forma di padiglione nel verde destinato alla mensa aziendale e a funzioni di rappresentanza.

Il padiglione è concepito come un albero, con un nucleo centrale opaco in legno che contiene i servizi e una piccola cucina e uno spazio anulare, completamente vetrato, protetto da una copertura leggera sostenuta da sottili pilastri tubolari in acciaio, aperto sul verde circostante. Sono, infine, in corso di completamento il volume degli impianti – un manufatto in calcestruzzo, cieco, con la geometria dei tre timpani che si ritagliano nel tamponamento in lamiera grecata – e la serra in costruzione, suo negativo stereometrico, completamente vetrata.

Ph. © Leonardo Peressa

Cereal Docks Headquarters, DemBiotech, Camisano Vicentino (VI)
Studio di progettazione: arch. Aldo Peressa, Padova (PD). Eco-superfici Kerakoll della Piero Lissoni Warm Collection: i pavimenti degli uffici sono in Cementoflex; le pareti dei bagni sono rivestite con Wallpaper; le porte sono rifinite con Decor. Nei laboratori il pavimento è in Factory Eco Base EP+Factory Eco Protection PU, mentre nel magazzino-deposito il pavimento è in Factory sistema 4.

You may like