single-image

Sonnenhang, la casa palcoscenico

Una residenza pensata per esaltare il rapporto con il panorama circostante e al tempo stesso una soluzione abitativa su misura per lo stile di vita di chi vi abita.

L’edificio a uso abitativo Sonnenhang [trad. pendio soleggiato], a San Gallo sul lago di Costanza, mostra un legame intrinseco con il luogo su cui sorge. Si sviluppa infatti lungo un declivio e non fa nulla per nasconderlo, né all’interno né all’esterno. Qui gli architetti dello studio Biehler Weith hanno applicato il principio architettonico della scomposizione e riorganizzazione quadridimensionale in modo davvero esemplare. Dalla strada la costruzione appare essenzialmente come un parallelepipedo composto da un solo piano, sovrastato da un attico più rientrato, ma seguendo il declivio verso il basso si ammira una progressiva scomposizione dei singoli elementi in un gioco di forze fatto di vetrate ed elementi verticali e orizzontali.

Greenbuilding magazine, Sonnenhang

La definizione delle linee perimetrali è sempre pensata in funzione dello spazio interno, dell’atmosfera che si desidera dare all’ambiente e dell’incantevole vista sulla vetta del Säntis. Il tratto distintivo di questa casa sono gli elementi verticali posti longitudinalmente e trasversalmente rispetto al pendio, che con la loro solidità e fattezza simboleggiano concretezza e forza portante. La loro pienezza e il loro aspetto massiccio vengono messi in risalto attribuendo a questi elementi funzioni specifiche in base all’ambiente: la stessa parete diventa un camino aperto in soggiorno, una nicchia riparata sul terrazzo o una panca nel piano attico.

Visitando la casa si intuisce che chi l’ha pensata e realizzata non ha creato semplicemente spazi ricchi di significato, bensì un vero e proprio palcoscenico per il panorama circostante. Grazie al sistema su più livelli gli ambienti sono legati fluidamente l’uno all’altro, spazi più stretti si intervallano a zone aperte creando locali con diverso orientamento ed esposizione alla luce. A seconda della situazione, lo sguardo si fa inquadratura, scorcio o panorama. Girando per la casa, a ogni cambio di direzione si scoprono nuove correlazioni all’interno degli ambienti e verso l’esterno. Dal piano d’ingresso, una scala a rampa singola posta trasversalmente nella pianta dell’edificio conduce all’attico, oppure alla zona notte e living nel piano seminterrato. Da lì, procedendo lungo il declivio, si raggiunge la zona sauna e fitness nel piano seminterrato inferiore, con area esterna coperta e riparata da una parete rivestita in klinker, anch’essa longitudinale al pendio. Tutti i livelli a contatto con il declivio sono raggiungibili anche con una scala esterna oppure percorrendo i gradini esterni ricavati direttamente nel terreno in discesa.

Greenbuilding magazine, Sonnenhang

L’edificio e i suoi interni costituiscono un unico insieme armonico. A testimoniarlo anche l’omogenea pavimentazione in resina dei piani e delle scale, che rafforza la sensazione di continuità spaziale. L’eventuale variazione del rivestimento, come quella del soggiorno, trova una sua corrispondenza di materiali con gli elementi cubici della cucina. Sonnenhang è una soluzione abitativa su misura per lo stile di vita di chi vi abita e al tempo stesso perfetta espressione del genius loci, ossia dello spirito del luogo.

Ph. © Brigida Gonzalez

Abitazione privata, Lago di Costanza, Svizzera
Studio di progettazione: Biehler Weith Associated, Costanza, Germania – arch. Ralf Heinz Weith. Eco-superfici Kerakoll della Piero Lissoni Warm Collection: i pavimenti e la scala sono in Cementoflex WR02; nei bagni, il pavimento è in Cementoresina WR02, mentre le pareti sono rifinite con Wallcrete WR04.

You may like