single-image

Un ufficio smart nel centro di Roma

In piazza del Popolo un edificio vincolato dalla Soprintendenza ritrova nuova vita

L’obiettivo affidato era decisamente sfidante: la realizzazione di un nuovo ufficio con criteri di elevata performance, che al contempo rappresentasse l’impronta di eccellenza della società committente. Un ambiente contemporaneo nello stile e nella funzione, in grado di esprimere valori di un alto livello di servizio.

GreenBuilding magazine, Ufficio smart. Ph. ALESSANDRO-VITALI

Una sfida colta dal team deStudio con Diele Kerciku Architetture, al quale è stata commissionata successivamente anche la progettazione e direzione lavori. I lavori hanno coinvolto i piani alti dello storico Palazzo Valadier, opera dell’architetto Giuseppe Valadier, realizzato nella prima metà del 1800 e vincolato dalla Soprintendenza Speciale Archeologica Belle Arti e Paesaggio di Roma. L’immobile affaccia in parte su piazza del Popolo e sull’area del Tridente, uno degli ambiti urbanistici e architettonici di maggior pregio nel centro della Capitale, in parte sulle terrazze dell’Albergo di Russia e verso il Pincio, il primo parco pubblico di Roma. Lo spazio interno, anch’esso vincolato, risultava in origine come un insieme di piccole stanze separate per lo più da murature portanti, e da un sottotetto stretto e lungo con vista sulle cupole delle chiese gemelle di piazza del Popolo. Le richieste della committenza hanno suggerito ai progettisti di realizzare spazi per uffici connotati da sobrietà, eleganza, minimalismo. L’esigenza, al contempo, era anche di creare ambienti che potessero incentivare sentiment di collaborazione, condivisione e relax nei fruitori.

L’ufficio, dunque, come punto di riferimento principale, ma non come unico ambiente di lavoro. Intorno ad esso infatti ruotano le attività di rappresentanza, di collaborazione e di socialità, ma non il fulcro dell’operatività individuale. Le postazioni sono libere, i consulenti possono lavorare formalmente o informalmente in maniera fluida: gli spazi di lavoro classici scrivania/seduta sono intervallati a spazi lounge per dare dinamismo alla giornata lavorativa, aumentando le possibilità di interazione e scambio.

GreenBuilding magazine, Ufficio smart. Ph. ALESSANDRO-VITALI

Il layout funzionale del progetto può essere suddiviso in sette macro-tipologie di ambienti: reception e sala d’attesa, sale riunioni, sale operative del nucleo amministrativo, sale operative dei consulenti, team room per i consulenti, sale partner, sale lounge e break.
La reception è uno spazio minimalista connotato da un grande bancone posizionato in diagonale per creare un collegamento visivo diretto con chi sta per entrare nei nuovi uffici e rivolge lo sguardo alla grande parete in pietra nera su cui è incisa la mission del cliente. Le sale riunioni sono quattro e godono degli affacci principali: tre direttamente su piazza del Popolo e una sui giardini del Pincio e l’Albergo di Russia.

Le sale riunioni sono sobrie: il pavimento resinato segna la transizione dalla durezza del micro-cemento e quindi un nuovo stato di calma e concentrazione rispetto ai connettivi. I soffitti sono interamente realizzati con pannelli fonoassorbenti in tessuto dai colori tenui. Le opere di falegnameria sono state realizzate su misura, tutte rigorosamente bianche, rivestite in vetro acidato retro-laccato anch’esso di colore bianco, per integrare le tecnologie più avanzate per le video-call e le collaborazioni a distanza oppure la condivisione delle informazioni.

Ci sono inoltre quattro team room, una piccola palestra, una sala break, un grande ambiente lounge e due terrazze: una per eventi, una a uso interno, entrambe con vista sulle cupole di piazza del Popolo. Lo spazio, riproporzionando la larghezza e mettendo in valore il basso soffitto, è percepito come piacevole e viene usato per riunioni o lavoro informali, sala lettura o semplicemente luogo di relax.

GreenBuilding magazine, Ufficio smart. Ph. ALESSANDRO-VITALI

Riguardo alla scelta delle finiture, la moodboard degli spazi interni è caratterizzata da una selezione ragionata di materiali e colori che tengono in considerazione l’identità visiva del brand in questione, unitamente al contesto storico e geografico del luogo. Il richiamo a Roma e alla sua architettura viene sottolineato da precise scelte alle diverse scale del progetto: il pavimento continuo in micro-cemento beige è ispirato alle grandi lastre di travertino di epoca classica; in tutti i corridoi principali come rivestimento della parete è stata utilizzata una pietra chiara, lavorata con scanalature e leggeri intagli, che ricordano il sapiente lavoro di decoro eseguito sulle colonne romane; il forte contrasto tra il nero dei corpi illuminanti e il bianco delle pareti e dei soffitti ricorda le tessere bianche e nere dei mosaici di epoca romana. I materiali impiegati indirizzano il fruitore verso suggestioni in grado di ibridare lo spazio minimale del contemporaneo a evocazioni di una romanità classica appena accennata. Anche il ricorso alla vegetazione di progetto è un richiamo a Roma e ai suoi parchi, che attraverso una progettazione attenta, mai casuale, ritroviamo nella grande parete di verde verticale lunga 7,6 metri e alta 2,9 metri: grande protagonista di una delle aree lounge del quarto piano, l’unica che non ha affacci verso l’esterno. La parete verde, viva, diventa così memoria di un affaccio alternativo, sempre mutevole nel tempo, in cui le piante crescono, fioriscono, cambiano le foglie, una variazione che richiama lo scorrere del tempo nello spazio all’aperto.

GreenBuilding magazine, Ufficio smart. Ph. ALESSANDRO-VITALI

Ph. © Alessandro Vitali

Uffici per una società di consulenza strategica, Palazzo Valadier in Piazza del Popolo, Roma (RM)
Studio di progettazione: deStudio Società di ingegneria srl, Roma (RM) – ing. Marco Discacciati, arch. Federica Giubilei; Diele Kerciku Architetture, Roma (RM) – arch. Eljor Kerciku e arch. Vincenzo Diele. Superfici Warm Collection di Kerakoll: i pavimenti sono in Cementoresina e Legno+Color Small; le pareti sono rivestite con Paint, mentre porte e infissi con Microresina New, tutto scelto nella tonalità bianca WR01.

You may like