single-image

Una casa solare alpina auto-sufficiente


In Valle d’Aosta a 1.750 metri di altitudine alle spalle del piccolo villaggio di Vens, lo studio Albori ha realizzato un progetto nato dalla strabiliante vista che il sito offriva e dalla particolare generosità della sua esposizione solare.

Una casa solare auto-sufficiente affacciata su un arco montuoso che va dal Monte Emilius fino al massiccio del Gran Paradiso e alla Grivola. L’energia solare viene qui impiegata in tre diversi modi: accumulata in modo diretto attraverso le finestre poste nella facciata a sud, immagazzinata e rilasciata più lentamente dai sali minerali contenuti nelle vetrate PCM (Phase Change Material) che completano la facciata stessa, e infine trasformata in elettricità dai pannelli fotovoltaici disposti sulla copertura.

L’unica altra fonte energetica impiegata dalla casa è la legna che alimenta la stufa/cucina, posta al piano terra. Il telaio in legno che ne costituisce la struttura portante rimane a vista nella facciata sud – nella quale tutte le stanze interne affacciano – in gran parte finestrata e aperta al sole e al paesaggio, mentre è completato da un involucro in legno fortemente isolato sugli altri lati.

Il legno della struttura e delle facciate è il Larice locale, messo in opera senza alcun trattamento o verniciatura. Una parte dei mobili della casa è stata costruita a mano dagli architetti dello studio Albori con legno e materiali di recupero.

(Foto: Giovanni Forte)
(Foto: Giovanni Forte)
(Foto: Giovanni Forte)
(Foto: Giovanni Forte)
(Foto: Alberto Sinigaglia)
(Foto: Alberto Sinigaglia)
(Foto: Alberto Sinigaglia)
(Foto: Alberto Sinigaglia)
(Foto: Alberto Sinigaglia)
(Foto: Alberto Sinigaglia)
Studio Albori, Milano (Emanuele Almagioni, Giacomo Borella, Francesca Riva)
Studio Albori, Milano (Emanuele Almagioni, Giacomo Borella, Francesca Riva)

You may like