single-image

Uno showroom dal gusto di casa

Studio didea ha curato il rinnovo di un negozio di mobili, trasformando lo spazio in un nuovo ambiente showroom contemporaneo.

Lo showroom Gervasi si trova al piano rialzato di un edificio in via della Libertà a Palermo, che fino ai primi anni Ottanta ospitava un’abitazione con giardino privato antistante, trasformato poi in un piazzale pavimentato di pubblico passaggio. Il concept progettuale si basa su un’idea nuova di showroom, che possa distinguersi da quella che i negozi già presenti nella realtà palermitana offrono: lo spazio di Gervasi Palermo si presenta alla città come una vetrina che ricrea un ambiente casa completo, caldo e accogliente, da vivere. “L’idea è stata immaginare un nuovo modo di vivere uno showroom, un’esperienza sensoriale a 360°: abbiamo creato un ambiente neutro e versatile, scelto materiali e cromie calde e minimali, e inserito elementi che permettono di amplificare la percezione dello spazio domestico attraverso tutti i sensi” spiegano gli architetti.

L’involucro diventa elemento di progetto e di esposizione: le “linee nere”, definite con profili metallici incassati nella muratura, determinano tre livelli di finiture diverse (pavimento, fascia pareti sotto trave, cappello travi-soffitto). All’interno sono stati immaginati ambienti diversi, che interagiscono tra loro, così come accade negli spazi privati dei futuri fruitori: zona giorno, zona cucina, zona pranzo o ancora zona notte corredata di cabina armadio e scrittoio.

I materiali utilizzati per l’involucro sono i rivestimenti in resina Kerakoll con un’unica tinta, ma con diverse lavorazioni. Per la pavimentazione è stato utilizzato Cementoflex, la cui lavorazione riesce ad attribuire allo spazio omogeneità e resistenza. La superficie infatti è molto compatta, ma allo stesso tempo il vibrato in alcune porzioni evidenzia la caratteristica artigianalità.

Le pareti, che hanno un’altezza di 2,45 metri, sono invece state rivestite con Patina, una tipologia di finitura che risulta materica alla vista e liscia al tatto. La matericità è frutto di una lavorazione spatolata manuale che permette di creare i chiaroscuri. Una volta definita questa prima lavorazione, le superfici vengono levigate e trattate così da renderle lisce e lavabili. La fascia superiore delle pareti e i soffitti sono stati invece rivestiti con Paint, una pittura super coprente a effetto matt, dal pregiato aspetto materico, morbido e vellutato al tatto.

Quasi come un’istallazione, per una porzione orizzontale e una verticale dell’involucro è stato scelto Legno+Color sempre di Kerakoll, utilizzando una posa a spina di pesce. Sono stati inoltre realizzati degli elementi artigianali in legno e ferro. Nello specifico sono stati riquadrati all’interno i vani infisso con delle cornici in rovere cioccolato, dove sono state collocate le macchine di climatizzazione, nascoste da un grigliato in legno. Elementi decorativi e funzionali sono stati realizzati in ferro nero, come gli imbotti esterni delle grandi vetrate, i pannelli divisori in lamiera forata o l’innesto in lamiera che accoglie lo schermo pubblicitario all’ingresso, o ancora la materioteca sul fondo.

Elemento di progettazione è stato inoltre l’armadiatura centrale che diventa funzionale, cambiando puntualmente funzione a seconda dell’ambiente di pertinenza, e permette di inglobare gli elementi strutturali (pilastri); è inoltre elemento divisorio tra la zona più espositiva e quella operativa. Gli impianti tecnologici sono stati altro elemento di progetto: cucina operativa per il gusto, impianto domotico corredato di comando vocale e filodiffusione per l’udito, un’essenza che viene diffusa tramite l’impianto di climatizzazione per l’olfatto, materie artigianali per il tatto e la piacevolezza visiva dello spazio per la vista.

Ph. © Lorenzo Zandri

Showroom Kerakoll Design House Gervasi Arredi srl, Palermo (PA)

Studio di progettazione: Studio didea, Palermo (PA). Superfici Warm Collection di Kerakoll: i pavimenti sono in Cementoflex WR02 e Legno+Color Small WR08; le pareti sono rivestite con Patina WR02, mentre i soffitti con Paint. 

You may like